Seleziona una pagina
...e il mio modo di lavorare

...e il mio modo di lavorare

“Raccontiamo storie perché le vite umane hanno bisogno e meritano di essere raccontate.”
(Paul Ricoeur)

Tutti abbiamo una storia da raccontare. E per qualche motivo nella nostra stessa natura di esseri umani sentiamo un’irresistibile impulso a raccontarla. Aiutare gli sposi che si rivolgono a me a raccontare la loro è la mia missione.

Amo il mio lavoro proprio per questo. Fare foto nel giorno più bello di una coppia, la quale mi concede la possibilità di condividere quei momenti con loro, mi ha sempre entusiasmato e lusingato. Ecco perché dopo aver provato questo settore della fotografia non l’ho più lasciato, cercando sempre di innovare la mia visione.

Un istante del fluire incessante delle nostre vite sarebbe irrimediabilmente perduto se non ci fosse lì qualcuno che, non solo con la propria macchina fotografica ma anche con i suoi occhi il suo cuore e la sua mente, riconoscesse quell’istante per darlo all’eternità.

La mia sensibilità mi porta naturalmente ad un’interpretazione spontanea e rispettosa per il normale svolgimento dell’evento. Senza intromissioni, ma con delicatezza e discrezione. Naturalmente sarà la mia “visione” a guidare il mio sguardo, per dare unicità all’immagine interpretata. Immagini che arricchiranno per sempre non solo i ricordi di famiglia degli sposi ma anche la loro esperienza personale di quel momento.

Sono felice quando con i miei scatti faccio rivivere quelle e nuove emozioni, facendo in qualche modo vibrare alcune corde dell’anima. E il fatto che un album sarà per sempre nella vostra famiglia per conservare queste emozioni e tramandarle alle generazioni che verranno, mi riempie di un orgoglio e di una soddisfazione che difficilmente riesco a spiegare.